Passi ogni giorno a chiederti perché continuare a lottare. Ti svegli pensando: “perché sono ancora viva”, mentre ti viene da piangere. E vai ogni giorno a dormire pregando di non svegliarti la mattina successiva. Ti guardi intorno e vedi la gente vivere, mentre tu sei come congelata, non puoi fare altro che guardarli e chiederti: “ma come fanno? A sorridere, a godersela sta vita! Cosa ho io che non va!!!”
Passi i giorni sempre allo stesso modo, intrappolata nella tua routine. Se non ci fosse la musica o i libri saresti già morta. Il mondo fa schifo e non si può essere felici in un luogo che è un posto orribile. Lo vedi. Lo senti. Tutto ti fa male. Ogni cosa ti distrugge. Perciò passi ogni giorno a chiederti perché continuare a lottare e non trovi una risposta. Continui semplicemente a dirti “magari domani cambierà”, “magari sarò diversa e starò bene”, “magari finalmente vivrò e avrò dei motivi per lottare”…
Quei “magari…” sono l’unica cosa che ti tiene in vita, l’unica cosa per cui ancora non la fai finita. L’unica cosa che cambia però è il fatto che giorno dopo gioro stai peggio. Giorno dopo giorno ti rendi sempre più conto che non reggerai ancora a lungo.
Non c’è nessuno con te, nessuno che capisce. Ti senti così dannatamente sola.

patrycja97